fbpx

Finestre in PVC contro umidità e condensa superficiali

Investi nel futuro e scegli la durabilità dei serramenti in PVC
Investi nel futuro e scegli la durabilità dei serramenti in PVC
9 Dicembre 2015
Serramenti in PVC e Legge di Stabilità: confermati gli incentivi nel 2016
Serramenti in PVC e Legge di Stabilità: confermati gli incentivi nel 2016
5 Gennaio 2016

Finestre in PVC contro umidità e condensa superficiali

Finestre in PVC contro umidità e condensa superficiali

Cosa dire a proposito di serramenti e infissi che non costituiscono una barriera al vapore, contribuiscono ad aumentare l’effetto umidità interna all’ambiente e favoriscono la condensazione dell’aria? Tutto ciò può indebolire i serramenti. Le finestre in PVC evitano la formazione di muffa e rispondono rapidamente ai cambiamenti termici di un qualsiasi ambiente interno.

rischi per serramenti e finestre di interni

A proposito di Prestazione igrotermica dei componenti e degli elementi per edilizia è il caso di porre attenzione alle conseguenze che temperature, umidità e condensazione causano ai componenti edilizi si un ambiente interno. Risponde la norma UNI EN ISO 13788 introducendo alcuni importanti concetti che è bene conoscere quando si ha intenzione di costruire o restaurare casa. Cosa sappiamo a proposito di:

  • Umidità superficiale critica che causa problemi di muffe sulle superfici interne degli edifici;
  • Condensazione;
  • Stima del tempo necessario perché un componente si asciughi dopo essere stato bagnato.

È possibile calcolare la temperatura superficiale interna di componenti edilizi al di sotto della quale la formazione di muffa è una certezza: un problema spesso combattuto in qualsiasi tipologia di abitazione.  Rispondere al problema o addirittura evitarlo è possibile grazie a serramenti e finestre in PVC capaci di risolvere rapidamente i cambiamenti di temperatura.

Finestre in PVC anti muffa

Scegliere le finestre in PVC per la propria abitazione significa aver valutato:

  • Temperatura dell’aria esterna (media delle minime temperature degli ultimi anni);
  • Definizione della temperatura interna dell’ambiente secondo le norme nazionali (soprattutto nella stagione fredda con l’accensione degli impianti di riscaldamento);
  • Calcolo dell’umidità relativa interna;
  • Calcolo della relativa pressione di saturazione;
  • Determinare la temperatura superficiale minima accettabile in funzione della saturazione.

Telai, vetri, canalini distanziatori posti tra camere d’aria: tutto questo può contribuire a determinare la capacità di un serramento di rispondere all’aumento di umidità senza permetter formazione di muffe e condensa.

Le finestre in PVC si rivelano antimuffa, antibatteriche e ignifughe. Per questo un ambiente così “isolato” può definirsi salubre e non richiede particolari interventi di manutenzione.
Finestre in PVC: sicure, durevoli, esteticamente versatili e green…